Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Reggio Emilia: fotografo violentò modella; condanna confermata


Reggio Emilia: fotografo violentò modella; condanna confermata
25/06/2009, 12:06

Un fotografo di 63 anni di Reggio Emilia ha avuto confermata la condanna a 3 anni e mezzo di reclusione per stupro, dopo che la Corte di Cassazione ha respinto il suo ricorso contro la sentenza di secondo grado. Tutto iniziò quando una ragazza sudamericana di 22 anni si presentò ai Carabinieri per denunciare quello che le era successo. Era stata convinta da un fotografo a fare un book, e quindi si era recata nel suo studio. Prima di iniziare a lavorare, l'uomo le aveva offerto un limoncello; immediatamente dopo la ragazza si era sentita debole e priva di forze. Quindi non aveva potuto opporre alcuna resistenza, quando l'uomo l'aveva violentata; dopo di che la riaccompagnò a casa.
In base a questa denuncia i carabinieri cominciarono le indagini, che portarono all'incriminazione della persona oggi condannata, che si sospettò avesse usato con la ragazza del liquore in cui aveva sciolto del sedativo. Il fotografo si è sempre professato innocente, ma non è stato creduto ed oggi si è avuta notizia della condanna. I carabinieri sono andati a prenderlo nella sua abitazione di Scandiano e l'hanno portato in carcere, dove però starà molto poco. In parte perchè ha già scontato alcuni mesi di detenzione domiciliare; in parte perchè potrà chiedere l'affidamento ai servizi sociali ed essere scarcerato nel giro di qualche settimana

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©