Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Si tratta di propaganda non autorizzata"

Reggio Emilia: il Pdl vieta le bandiere per il referendum sull'acqua



Reggio Emilia: il Pdl vieta le bandiere per il referendum sull'acqua
18/05/2011, 21:05

NOVELLARA (REGGIO EMILIA) - Il Pdl ha dichiarato una guerra totale ai referendum del 12 e 13 giugno. Non solo a livello istituzionale, accettando di far spendere ai cittadini italiani 350 milioni di euro in più per impedire che le elezioni amministrative facessero da traino per superare il quorum del 50%; non solo facendo in modo che la Rai non svolgesse il suo compito istituzionale di informare la popolazione italiana del fatto che i referendum ci sono; ma anche intervenendo sul territorio.
Come è successo a Novellara, in provincia di Reggio Emilia. Qui un consigliere del Pdl ha scritto al Sindaco, al Prefetto e alla Polizia Municipale, richiedendo di eliminare le bandiere dei vari movimenti sui referendum sull'acqua e sul nucleare. Motivo? Si tratta di propaganda elettorale fuori dalle zone autorizzate. Così i vigili sono andati di casa in casa a far togliere le bandiere dalle finestre e dai balconi.
Ci vuole un bel coraggio a definire una bandiera come "propaganda elettorale non autorizzata. Ma in ogni caso è encomiabile la solerzia delle forze dell'ordine quando devono collaborare a privare i cittadini dei loro più elementari diritti. In questo caso, ad essere informati.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©