Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lo scioglimento per infiltrazione mafiosa

Reggio, studenti in piazza contro lo scioglimento del Comune


Nella foto gli studenti in sciopero ricevuti dal Sindaco
Nella foto gli studenti in sciopero ricevuti dal Sindaco
04/10/2012, 19:25

REGGIO CALABRIA – In Piazza per scioperare ‘ in difesa della città ‘. È questo ciò che hanno fatto gli studenti di Reggio Calabria che sono scesi in piazza per protestare contro lo scioglimento del Comune.
All’inizio dell’anno, infatti,  il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri aveva inviato la commissione d’accesso a Reggio Calabria per accertare la situazione del Comune. Proprio la commissione prefettizia – una volta concluso i suoi lavori – aveva optato per lo scioglimento del medesimo per infiltrazione mafiosa. Ora spetta al ministro Cancellieri portare in Consiglio dei ministri la richiesta, una volta fatta propria.
Non c’è stata una gran partecipazione, tanto che lo sciopero è fallito ma le diverse decine di studenti che erano scesi in piazza sono stati comunque ricevuti in pompa magna dal sindaco. A guidare il fronte è l’ex sindaco oggi governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti. Con lui gran parte del Pdl e dello schieramento di centro destra. Ma anche le “sigle” dell’antimafia locale si sono schierate contro lo scioglimento del consiglio comunale, sottoscrivendo un appello di un professore che ha raccolto più di cinquecento firme.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©