Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A 24 ore dal suicidio del presunto killer del gioielliere

Regina Coeli, un altro detenuto si impicca

Era un romeno di 18 anni in isolamento

Regina Coeli, un altro detenuto si impicca
21/07/2015, 08:59


ROMA- Ieri sera intorno alle 21 nel carcere di Regina Coeli, è stato trovato il corpo senza vita di un altro detetenuto. Si tratta di un romeno di 18 anni, arrestao a fine aprile insieme ad un altro connazionale in via Selci, dai Carabinieri del Nucleo investigativo, con l'accusa di aver ucciso nella Pineta Sacchetti il truccatore dei vip, Mario Pegoretti a scopo di rapina, massacrandolo di botte. Il giovane è stato trovato impiccato, il suicidio si aggiunge a distanza di 24 ore, a quello del presunto killer del gioielleiere ucciso nel quartiere Prati. Appena scattato l'allarme, sul posto è giunta l'ambulanza del 118, ma per il giovane non c'era più niente da fare. Da quanto si apprende, il giovane si trovave in isolamento nella settima sezione, la stessa in cui era rinchiuso il presunto killer del gioielleiere Ludovico Caiazza. Le modalità del suicidio sono apparse simili, entrambi i detenuti si sono impiccati con le lenzuola. Ludovico Caiazza nelle poche ore di detenzione, aveva avuto il colloquio con lo psicologo, in quella circostanza era apparso agitato e preoccupato, ma nulla aveva fatto presagire la sua intenzione. La procura di Roma ha aperto un'inchiesta sulla vicenda.



Commenta Stampa
di Natascia Caccavale
Riproduzione riservata ©