Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Nel registro la moglie di Alemanno

Regione Lazio, indagati i membri dell’ufficio di Presidenza


Regione Lazio, indagati i membri dell’ufficio di Presidenza
29/10/2012, 15:48

ROMA – Lo scandalo non si frena, altri indagati nel Laziogate.

Nuovi nomi  dell’ufficio di presidenza del consiglio regionale segnalati dal sostituto procuratore Alberto Pioletti.

L’indagine che sta avvenendo, con la collaborazione del nucleo di polizia Tributaria, ha portato all’inserimento nel registro degli indagati il presidente Mario Abbruzzese, Isabella Rauti (moglie di Gianni Alemanno), Gianfranco Gatti (lista Polverini, consigliere segretario), Claudio Bucci (Idv), Raffaele D’Ambrosio (Udc), Bruno Astorre (Pd). Per loro, l’accusa è concorso in abuso d’ufficio per aver prorogato ingiustamente il contratto al segretario generale del consiglio regionale, Nazzareno Cecinelli.

Il filone d’inchiesta riguarda esclusivamente la nomina di Nazzareno Cecinelli. L’episodio, nel quale gli indagati sono coinvolti, è quello relativo al 28 marzo 2012, ovvero quando ebbe luogo  il conferimento dell’incarico in violazione delle disposizioni legislative sull’affidamento di incarichi dirigenziali a tempo determinato. Abruzzese, gli altri membri dell’ufficio di presidenza e Cecinelli erano tutti stati tirati in ballo da Fiorito in riferimento alla spartizione dei fondi regionali destinati ai partiti, durante gli interrogatori.

Tuttavia, le indagini della procura e della guardia di finanza non hanno alcun legame con le accuse dall’ex capogruppo regionale Pdl.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©