Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Il Fatto: "Sì, ma siamo stati assolti su quattro articoli"

Renzi: "Travaglio è stato condannato a pagare 95 mila euro per gli articoli su mio padre"


Renzi: 'Travaglio è stato condannato a pagare 95 mila euro per gli articoli su mio padre'
23/10/2018, 09:53

FIRENZE - Botta e risposta tra Matteo Renzi e Il Fatto Quotidiano. Il primo posta su Facebook la notizia che Marco Travaglio - insieme ad un'altra giornalista e al Fatto Quotidiano - è stato condannato dal Tribunale di Firenze a risarcire Tiziano Renzi con 95 mila euro per due articoli considerati diffamatori. Gli risponde a stretto giro di posta il quotidiano che nella sua edizione on line pubblica un lunghissimo articolo per spiegare che loro sono stati anche assolti per quattro articoli considerati diffamatori. E vengono pubblicati ampi stralci delle motivazioni. Oltre a sottolineare come Renzi senior sia stato condannato a rimborsare 13 mila euro di spese processuali alla controparte, segno - sostiene l'articolo - che il quotidiano ha agito bene. 

In realtà, la situazione è più complessa. Tiziano Renzi, quando ha presentato querela, ha allegato tutti gli articoli che riguardavano quella vicenda (quella per cui è stato indagato per bancarotta fraudolenta e poi la sua posizione è stata archiviata), per indicare la persecuzione operata dal Fatto come prova della malafede del quotidiano e per giustificare la richiesta di 300 mila euro di risarcimento. Ma il giudice ha esaminato ogni articolo per suo conto, separando quindi le cose. Ed ovviamente i quattro articoli che indicavano le frequentazioni economiche di Tiziano Renzi con Tizio e Caio non erano diffamatori, perchè riguardavano fatti oggettivi; mentre lo erano i titoli di due editoriali di Travaglio perchè definivano Renzi senior "bancarottiere", anche se le indagini erano ancora in corso. Da qui la condanna.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©