Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La trasmissione di ieri affronta il conflitto del Ministro

Report sullo studio Tremonti, sono ancora polemiche?


Report sullo studio Tremonti, sono ancora polemiche?
25/10/2010, 11:10

ROMA - Ancora una puntata destinata a causare polemiche, quella di ieri di Report. Questa volta nel mirino il Ministro Tremonti sotto due aspetti: innanzitutto per la manovra finanziaria ed i tagli in esso contenuti. Tagli che però non si sono estesi ad una serie di spese (circa 50 milioni) utilizzate come mancia per questo o quel parlamentare: 50 mila euro per una chiesa, 75 mila per salvaguardare delle palme, 320 mila per la scuola di proprietà della moglie del leader leghista Umberto Bossi e così via.
Il secondo aspetto è stato relativo all'evasione fiscale, che a parole viene combattuta dal governo, ma che poi in realtà avanza senza problemi. In particolare, come dimostrato dal servizio, nelle dogane, dove c'è una evasione che stime non ufficiali collocano a 30 miliardi di euro all'anno. In particolare con il sistema della sottofatturazione: si importa dicendo che il valore è 1000, si riesporta lo stesso container in Paesi dove la tassazione è molto più bassa, come l'Albania, dicendo che vale 3000 e la differenza la si intasca. Non è mancato un accenno al conflitto di interessi del Tremonti Ministro delle Finanze che deve combattere l'evasione e l'elusione fiscale e il Tremonti tributarista, che ha uno studio che spiega come evadere ed eludere il fisco (come fanno più o meno tutti coloro che lavorano in questo campo). In particolare si fa riferimento ad una telefonata del 2005, intercettata, in cui si parla di un favore che Tremonti ha fatto a Vito Gnutti, grosso imprenditore del nord.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©