Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Condannata a 18 mesi di arresti domiciliari

Resta in prigione la pacifista Aung San Suu Kyi


Resta in prigione la pacifista Aung San Suu Kyi
11/08/2009, 08:08

La leader dell'opposizione birmana Aung San Suu Kyi e' stata condannata a 18 mesi di arresti domiciliari. La corte birmana ha giudicato Suu Kyi colpevole di aver violato la legge sulla sicurezza con una condanna a 3 anni di reclusione, commutata dalla giunta militare a 18 mesi di arresti domiciliari. Ed e' stato condannato a 7 anni di lavori forzati il pacifista americano, John Yettaw, che lo scorso maggio aveva raggiunto a nuoto l'abitazione di Suu Kyi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©