Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sono state arrestate complessivamente 9 persone

Retata contro i Casalesi, arrestati i fratelli del boss Zagaria

L'accusa è di estorsione aggravata dal metodo mafioso

Retata contro i Casalesi, arrestati i fratelli del boss Zagaria
20/11/2012, 08:52

CASERTA - Gli agenti della squadra mobile di Casal di Principe, in provincia di Caserta, hanno provveduto all'arresto dei fratelli del boss del clan dei Casalesi, Michele Zagaria, già rinchiuso in carcere lo scorso 7 dicembre, quasi un anno fa, dopo oltre 16 anni di latitanza. L'accusa mossa a questi è di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Oltre ai fratelli di Michele Zagaria - Antonio, Carmine e Pasquale, di 50, 52 e 48 anni - sono state arrestate anche altre sei persone, fra cui i cognati del boss dei Casalesi e un suo nipote, Filippo Capaldo, che era stato scarcerato circa un mese fa. Le nove persone sono tutte coinvolte nell'ambito delle indagini su una serie di estorsioni commesse ai danni di un'imprenditore di Capua, Roberto Battaglia.

Le indagini condotte negli ultimi mesi hanno permesso di fare luce sugli abusi esercitati dagli usurai ai danni di Battaglia e di risolvere la questione. L'imprenditore, titolare di un'azienda di Capua, immediatamente dopo la cattura del boss Zagaria aveva chiesto di essere ascoltato dalla Dda di Napoli, a cui, nel corso di un primo interrogatorio il 2 febbraio 2012, aveva riferito delle richieste estorsive e delle minacce avanzategli dai membri del clan, che l'avevano spinto a vendere alcune attrezzature della propria azienda agricola per recuperare il denaro necessario.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©