Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rete Antirazzista Napoli: "500 persone in corteo al CIE di S.M. Capua Vetere"


Rete Antirazzista Napoli: '500 persone in corteo al CIE di S.M. Capua Vetere'
23/05/2011, 10:05

" Circa 500 persone delle reti antirazziste e delle scuole di S. Maria C.V. hanno sfilato in corteo nella cittadina per contestare le gravi violazioni dei diritti umani di profughi e migranti nel "campo di detenzione" costituito nella caserma Andolfato. La manifestazione, la terza in un mese, rivendica il diritto alla libertà dei profughi e la chiusura del campo. Il corteo, che ha attraversato anche i rioni delle case popolari, si è concluso sotto il CIE, dove, dopo qualche momento di tensione con la polizia, sono stati lanciati all'interno palloni con scritte per poter comunicare coi migranti, oltre che con l'amplificazione, ed anche delle scale di corda per simboleggiare il diritto alla libertà. Dall'interno i migranti si facevano sentire alzando il tono dei cori e della protesta per una condizione sempre più disumana. "La situazione all'interno è insostenibile - conferma Cristian Valle, uno degli avvocati dei migranti - nelle tende ormai si asfissia, le condizioni igieniche sono al limite e queste persone, incarcerate ingiustamente, vivono un sentimento di costante tortura psicologica. Le istituzioni facciano qualcosa rapidamente, ma questo campo deve essere chiuso. E' letteralmente un lager".". Così una nota a cura della Rete antirazzista campana.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©