Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un altro imprenditore tenta di togliersi la vita

Riceve cartella esattoriale e si spara alla testa


Riceve cartella esattoriale e si spara alla testa
06/05/2012, 09:05

NAPOLI – Ha tentato di farla finita, Pietro Paganelli, imprenditore 72enne di Pozzuoli ,suicidandosi, sparandosi alla testa, nella sua officina di via Fedro a Napoli, nel quartiere Mergellina. Il tentato suicidio è da attribuire ad una cartella esattoriale dell’agenzia delle entrate di 11mila euro, ricevuta dall’uomo, successivamente ad un’altra di 15mila euro.  

Evidentemente l’imprenditore non ha retto alla pressione ed ha quindi pensato di mettere fine alla sua vita. L’uomo ha cercato di “spiegare” il tragico gesto, lasciando un biglietto alla famiglia su cui vi era scritto: "La dignità vale più della vita".
Di solito, il sabato,  Paganelli  dedicava la giornata al mare, andando  a pescare ,  invece ieri  si e' recato nella sua officina per mettere in atto il drammatico gesto.
L'uomo e' ora ricoverato in rianimazione nell'ospedale Loreto Mare: per i medici sono gravissimi i danni provocati al cervello dal proiettile che si e' sparato alla tempia

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©