Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Riciclaggio e false donazioni, arrestato mons. Scarano -video


.

Riciclaggio e false donazioni, arrestato mons. Scarano -video
21/01/2014, 14:38

Nuovo arresto per monsignor Nunzio Scarano, ex responsabile dell'Amministrazione patrimonio sede apostolica: è accusato di riciclaggio e falso. La Procura di Salerno lo ritiene, infatti, responsabile di un gigantesco giro di denaro, di provenienza ignota, che sarebbe stato “ripulito” attraverso un complesso meccanismo di false donazioni provenienti da società off-shore transitate sui conti Ior intestati al prelato. Conti che sono stati sequestrati dalla guardia di finanza nelle stesse ore in cui gli veniva notificata la misura degli arresti domiciliari. Scarano avrebbe contattato una sessantina di persone chiedendo ad ognuno di loro la compilazione di un assegno circolare con somme intorno ai diecimila euro, spiegando di dover ripianare i debiti di una società immobiliare titolare di alcune abitazioni nel centro storico di Salerno. Sempre secondo l'accusa, gli assegni sarebbero stati soltanto una partita di giro, in quanto al momento della consegna i donatori avrebbero ricevuto l'equivalente in denaro contante. Monsignor Scarano era stato già arrestato lo scorso 28 giugno in un'inchiesta della Procura di Roma, insieme al broker finanziario Giovanni Carenzio e all'ex agente dei Servizi Giovanni Maria Zito per aver tentato di far rientrare in Italia 22 milioni di euro di una facoltosa famiglia di armatori campani. Oltre all'ex contabile dell'Aps, sono indagati in questo filone d'indagine anche un altro sacerdote e un notaio. Il sacerdote è finito anche lui ai domiciliari, mentre al professionista è stata applicata la più lieve misura dell'interdizione dell'attività professionale.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©