Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Giovanardi chiede di punire gli organizzatori

Rieti: ragazza in coma al rave party, molti malori tra i presenti


Rieti: ragazza in coma al rave party, molti malori tra i presenti
03/10/2010, 21:10

FARA IN SABINA (RIETI) - Una ragazza finita in coma e molti altri che si sono sentiti male: questo il drammatico bilancio di un rave party organizzato a Fara in Sabina, comune in provincia di Rieti. C'erano quasi un migliaio di ragazzi, autoconvocatisi col solito tam-tam fatto via Internet, che sono andati a ballare in un edificio di proprietà del Ministero dell'Interno. Ma molte persone poi si sono sentite male, quasi tutti per un eccesso di droghe. la persona più grave è una ragazza finita in coma per una overdose di ketamina, un anestetico che, in moderate quantità, provoca allucinazioni. E' grave anche una ragazza di 25 anni, ricoverata al Gemelli di Roma per un mix di alcool e droghe, che le provocano tachicardia. I medici devono riuscire a farla disintossicare senza sottoporre il cuore a sollecitaizoni brusche; altrimenti rischia l'infarto.
Sulla vicenda è intervenuto Carlo Giovanardi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla famiglia: "La magistratura intervenga con la massima decisione per perseguire i reati commessi dagli organizzatori del rave party, una vera e propria fabbrica di spaccio della droga con conseguenze drammatiche per i giovani consumatori".
Ma il Sindaco, Vincenzo Mazzeo, tranquillizza: "Secondo gli organizzatori tutto sarebbe dovuto terminare entro le 13,30 di oggi. La situazione è sotto controllo, ormai dobbiamo convincerci che siamo nell'area metropolitana, a due passi da Roma e che non siamo più al riparo da nulla. Per noi è stata una sorpresa, eventi del genere nel nostro territorio non si erano mai verificati prima. Gli organizzatori mi hanno riferito che hanno scelto questo luogo dopo aver visto il sevizio sulla ex Cri andato in onda su 'Striscia la notizia'".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©