Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Occupato l'impianto Stir di Santa Maria Capua Vetere

Rifiuti, a Caserta ancora proteste dei lavoratori del Consorzio

Due addetti minacciano di lanciarsi da scala anti-incendio

Rifiuti, a Caserta ancora proteste dei lavoratori del Consorzio
30/09/2013, 12:51

CASERTA. Ancora proteste dei lavoratori del Consorzio Unico di bacino delle province di Napoli e Caserta. Da questa mattina alcune decine di lavoratori hanno occupato l'impianto Stir di Santa Maria Capua aVetere, nel casertano, bloccando anche i tir carichi di rifiuti indifferenziati provenienti dalla provincia. La manifestazione è per la protesta contro il mancato pagamento di otto mensilità arretrate e per la rivendicazione di garanzie sul proprio futuro. Due addetti sono saliti su una scala anti incendio e minacciano di lanciarsi se non avranno risposte. Sul posto intervenuti polizia e carabinieri.

Non si fermano dunque le proteste del Consorzio, il soggetto pubblico che si occupa di gestione del ciclo integrato dei rifiuti. Il Consorzio, da oltre un mese, non serve più alcun comune di Caserta in quanto, tutte le amministrazioni locali, hanno effettuato passaggi di cantiere affidando il servizio di raccolta ad aziende private. 300 dipendenti su 1000, quasi tutti impiegati nel settore amministrativo, sono rimasti quindi esclusi dai nuovi affidamenti.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©