Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Termovalorizzatore di Acerra chiuso forse fino a ottobre

Rifiuti a Napoli: chiuse le telecamere, spento l'inceneritore


.

Rifiuti a Napoli: chiuse le telecamere, spento l'inceneritore
24/04/2009, 11:04

Il 26 marzo il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi venne in provincia di Napoli, per l'esattezza ad Acerra, ad inaugurare il termovalorizzatore. Grande strombazzare sui mass media, telecamere accese, e persino lo sfottò contro Michele Santoro, che - in una vecchia puntata di Anno Zero - aveva promesso di mettersi in mutande se Silvio Berlusconi avesse mantenuto la promessa di far partire il termovalorizzatore di Acerra entro gennaio 2009. Tutto bello, tutto festoso, con il corollario di accuse all'incapacità del Presidente della Regione Antonio Bassolino, del Sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino e del precedente Governo Prodi (autore però dei decreti che autorizzavano l'uso dell'esercito e l'apertura delle vecchie discariche in attesa di aprire quella di Chiaiano, che necessitava e necessita di lavori, ndr), a confronto del'efficienza del governo Berlusconi.
Ma poi cosa è successo, chiuse le telecamere? Che il termovalorizzatore è stato spento, perchè manca il collaudo; i camion con i rifiuti non arrivano, ma vanno tutti a sversare nella cava di Chiaiano, quando e se viene fatta la raccolta. Perchè, a causa della capacità limitata delle strade di accesso alla cava-discarica, spesso succede che i rifiuti, nella periferia cittadina e della provincia, non vengono raccolti, come hanno dimostrato le foto rintracciabili su Google Street Views (scattate alla fine del 2008 e all'inizio del 2009) e le altre prese al Vomero, nella fotogallery allegata, a metà aprile.
Il tutto nel silenzio assoluto: quasi nessuno ne sta parlando. C'è stata qualche intervista in video di Carlo Migliaccio e del Professor De Medici, ma si possono trovare a malapena su Youtube. I comitati civici antidiscarica provano a far sentire la loro voce, ma TV e grandi giornali non li degnano di sufficiente attenzione. E nel frattempo, file di camion pieni di rifiuti vanno a Chiaiano, passando però per la zona dei Camaldoli, che è quella dove si trovano l'Ospedale Monaldi, il Pascale, il Cardarelli e deliziando i poveri pazienti ivi ricoverati con i gustosi effluvi provenienti dal loro carico. Questo fino a quando? Non si sa, ma le ultime voci parlano di un collaudo da fare a fine maggio e di una partenza dell'inceneritore non prima dell'autunno. CHe spasso, peri pazienti ricoverati, che si vedranno passare questi camion di rifiuti sotto le finestre con 30 e più gradi di temperatura. E senza telecamere, troppo impegnate a seguire le battute del premier, per soffermarsi anche un attimo dopo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
Veduta di Afragola, Google Street Views
Veduta di Volla, GSV
Veduta di Quarto, GSV
Salita Capodimonte, Napoli, GSV
Piazza Carlo III, Napoli, GSV
Via Cassiodoro, GSV
Via Caserma, GSV
Via De Roberto, GSV
Via Gigante, Vomero
Via Gigante, Vomero
Via Gigante, Vomero
Via Orsi, Vomero
Via Orsi, Vomero
Via Orsi, Vomero
Via Orsi, Vomero
Via Orsi, Vomero