Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Registrate pochissime prenotazioni

Rifiuti a Napoli: Pasqua senza turisti?

Preoccupazioni per gli effetti negativi sulla salute

.

Rifiuti a Napoli: Pasqua senza turisti?
16/04/2011, 12:04

Hanno fotografato per ore le piccole montagne di spazzatura sparse per le vie del centro antico di Napoli. Cosi' alcuni turisti hanno rapito l'attenzione dei passanti nella zona del Museo Nazionale: un gruppetto misto di inglesi e coreani sono rimasti incuriositi dai sacchetti sparsi sulla strada, tanto da fotografarli come un monumento da ricordare. "E' tutto da vedere qui a Napoli", hanno cercato di spiegare alla loro maniera i coreani e gli inglesi. "Noi sapevamo da tempo del problema della spazzatura di Napoli, e questa citta' ha da sempre  anche il problema della delinquenza, ma la sua bellezza supera le difficolta': per noi e' irresistibile e per questo motivo abbiamo deciso di trascorrere le vacanze pasquali proprio qui". Poco distanti da loro, una coppia di venezuelani ha giurato invece di non ritornare nella citta' piu' bella del mondo considerata "troppo sporca, con troppi ladri e poca polizia in giro". Aumentano cosi' le preoccupazioni di chi lavora nel settore dei Beni culturali partenopei, dagli enti di categoria ai siti storici quali la cappella di san Severo, il Tetro San Carlo, il Palazzo Reale. "Dal 2008 ad oggi si sono persi 22 milioni di euro", e' l'allarme lanciato nei giorni scorsi proprio da Federalberghi. Secondo un'analisi pubblicata sul sito Tripadivisor, il 60 per cento dei turisti rifiuta di passare le vacanze a Napoli per la preoccupazione di effetti negativi sulla salute, adducendo come probabili cause i rifiuti non smaltiti. Dati che bocciano Napoli sul fronte turistico, nonostante la Campania abbia aperto le sue porte alla settimana della cultura in cui i siti archeologici e i musei statali possono essere visitati gratis. Dal canto loro, le agenzie di viaggi del centro storico lasciano gia' intendere che si sono registrate pochissime prenotazioni per i giorni di Pasqua.

Commenta Stampa
di Ilaria Nacciarone
Riproduzione riservata ©