Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In manette presidente e personale della coop. Davideco

Rifiuti: bruciarono autocompattatori, sei arresti


.

Rifiuti: bruciarono autocompattatori, sei arresti
12/01/2011, 12:01

NAPOLI - Sei persone della cooperativa Davideco sono state arrestate oggi con l’accusa di devastazione, incendio ed altri reati ai danni di alcuni autocompattatori che servivano alla raccolta dei rifiuti. Tra di loro c’è anche il presidente della società. Attualmente, tre dei sei si trovano in carcere, mentre altri tre sono agli arresti domiciliari.
Il fatto risale al 23 settembre scorso, quando il gruppo assaltò e danneggiò 52 mezzi della “Enerambiente”, responsabile dello smistamento di gran parte dei rifiuti in città. Il motivo delle rimostranze, secondo quanto emerso dalle indagini della Digos coordinate dalla procura di Napoli, sarebbe da ricollegarsi alla volontà di Enerambiente di rescindere l'accordo con Davideco.
In quell’occasione la polizia aveva dovuto mettere a disposizione un servizio straordinario di scorta, e la raccolta differenziata aveva subito dei rallentamenti anche in concomitanza delle proteste contro la discarica di Terzigno.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©