Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il ministro leghista dice la sua a 'La Repubblica'

Rifiuti: Calderoli pronto a fare il commissario, ma “armato”

“Userei i lanciafiamme per liberare le strade”

Rifiuti: Calderoli pronto a fare il commissario, ma “armato”
02/07/2011, 11:07

ROMA – Potrebbe essere un’emergenza nell’emergenza qualora le parole del ministro Calderoli dovessero trasformarsi in realtà. È pronto a fare “il commissario per l’immondizia a Napoli”, ma “armato” e “senza porgere l’altra guancia”: parola del ministro della Semplificazione Roberto Calderoli, che in un’intervista rilasciata a ‘La Repubblica’ dice la sua sul decreto rifiuti e sulle osservazioni mosse dal Quirinale. Non ci si poteva aspettare dal ministro un linguaggio appropriato, fatto di toni pacati. E infatti, in perfetto stile leghista, Calderoli è stato netto nell’illustrazione di ciò che per lui sarebbe la soluzione all’emergenza napoletana: se non si riescono a fare i termovalorizzatori, bisogna “usare i lanciafiamme” e soprattutto “ognuno risolve i problemi a casa propria. Che scavino i buchi e facciano le discariche e i termovalorizzatori”.
Non accenna, dunque, a placarsi l’aggressività della Lega Nord sulla questione dei rifiuti campani, tanto più dopo l’affondo del presidente della Repubblica, che ha firmato il decreto del governo, definendolo però “non rispondente alle attese”: un decreto, vale la pena ricordarlo,limitato dallo stesso Carroccio che rifiuta l’ipotesi di trasferimento al nord dei rifiuti. Seguendo la stessa linea del leader Bossi, oggi il ministro Calderoli si dice disponibile ad andare a fare il commissario per l’immondizia a Napoli, qualora comune, provincia e Stato dovessero chiederglielo. Tanto, come spiega a ‘La Repubblica’, “tutto quello che dovevo fare nella vita l’ho fatto e anche se mi ammazzano non ho problemi”. “Però - avverte il leghista - sappiamo che a Napoli ci vado armato. Vado lì e faccio i buchi, faccio i termovalorizzatori. Punto. Se poi arriva la camorra e spara, sparo anche io. Vediamo chi resta in piedi. E se non riesco a fare i termovalorizzatori tiro fuori il lanciafiamme così libero le strade”. Dichiarazioni che si giudicano da sole.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©