Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

RIFIUTI, CORTEO AD AVELLINO: DRAPPI NERI CONTRO LA DISCARICA


RIFIUTI, CORTEO AD AVELLINO: DRAPPI NERI CONTRO LA DISCARICA
31/05/2008, 11:05

Gli abitanti di Avellino sono scesi in piazza stamani per protestare contro la linea dura seguita dal governo riguardo all'individuazione dei siti destinati ad ospitare le discariche. "No a decisioni calate dall'alto: la gestione dei rifiuti e il superamento dell'emergenza non possono prescindere dal coinvolgimento del territorio e delle comunità": tale dichiarazione esprime le motivazioni alla base della protesta messa in atto questa mattina dai circa 500 manifestanti che insieme ad una decina di sindaci della provincia di Avellino hanno dato vita ad un corteo che ha preso le mosse dal centro della città per approdare davanti all'impianto Cdr di Pianodardine, nel nucleo industriale di Avellino. Cittadini, sindaci ed esponenti di associazioni ambientaliste e di comitati civici, hanno ribadito il loro disappunto nei confronti della  decisione ventilata dal Premier di individuare sull'altopiano del Formicoso, tra i comuni di Bisaccia, Vallata e Lacedonia, una discarica da 700 mila metri cubi. "L'Irpinia non può diventare la pattumiera della regione – denunciano i manifestanti - Le scelte del governo penalizzerebbero definitivamente il futuro di comunità che molto hanno investito su ambiente, zootecnia, prodotti alimentari". Gli abitanti di Ariano Irpino hanno esposto dei drappi neri davanti alle loro abitazioni in segno di lutto per le annunciate intenzioni del governo di dare il via alla discarica.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©