Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dati presentati all'inaugurazione dell'anno giudiziario 2011

Rifiuti e sanità, strigliata della Corte dei Conti

Santoro: "Incoerenza dei tempi fissati con obiettivi"

.

Rifiuti e sanità, strigliata della Corte dei Conti
05/03/2011, 14:03

NAPOLI – Da una parte il buco sanitario ed i piani velleitari di recupero; dall’altra la disastrosa emergenza rifiuti con la genericità degli obiettivi fissati, la lacunosità della disciplina delle risorse umane e l’incoerenza dei tempi fissati con gli obiettivi. Due binari su cui sfrecciano reprimende pesanti come macigni, quelle il presidente della sezione campana della Corte dei Conti, Fiorenzo Santoro, lancia contro l’ente di Palazzo Santa Lucia e più in generale contro le amministrazioni locali. Bocciata ancora una volta la gestione amministrativa e finanziaria delle due patate bollenti che minano la stabilità della Regione Campania: troppi ritardi e sprechi nei piani di risanamento del deficit sanitario e soprattutto nella gestione del ciclo della raccolta dei rifiuti, con approssimative individuazioni finanziarie da parte di tutti gli enti coinvolti.   
Sulla spesa sanitaria, in particolare, ''anche se restano sul tappeto le principali questioni che hanno portato alla crescita della spesa sanitaria negli anni pregressi, sembra intrapresa un'azione, ancora frammentaria, e soprattutto dagli esiti incerti a causa delle variabili non prevedibili, intesa ad un principio di risanamento e un maggiore rigore''. E' quanto si legge nella relazione del procuratore facente funzione della Corte dei Conti, Filippo Esposito, letta in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©