Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tra le ipotesi, c'è quella dei trasferimenti brevi

Rifiuti, il Governo è pronto a cambiare il decreto

La Lega spinge perché i rifiuti campani non vadano al Nord

.

Rifiuti, il Governo è pronto a cambiare il decreto
19/07/2011, 11:07

NAPOLI - Con la sentenza del Consiglio di Stato, che ribalta la decisione del Tar del Lazio, i rifiuti di Napoli possono essere trasferiti in altre regioni. Ma mentre il capoluogo campano è seppellito da almeno 2mila tonnellate di immondizia, si riaccende la tensione politica intorno all’emergenza. Il ministro Prestigiacomo si dichiara fiduciosa e favorevole a soluzioni efficaci e condivise. “La Campania – precisa il ministro all’Ambiente – deve dimostrare di voler uscire da questa situazione: soluzioni dall’alto non sono più accettabili”. Oggi il dibattito parlamentare verterà sulla conversione in legge del decreto sui rifiuti, ma se dovesse passare così com’è, i rifiuti andrebbero fuori dalla Campania solo con accordi tra le Regioni. La Lega, a differenza del resto dell’aula, spinge dunque perché il decreto non cambi: in questo modo i rifiuti campani non potrebbero andare al nord. Una prima ipotesi prevede che sia accolta l’ordinanza con la soppressione dell’articolo 1 e un ‘aggiunta al testo con la quale si stabilisce che i rifiuti possono circolare senza vincoli perché non pericolosi, ma solo verso le regioni limitrofe alla Campania; l’alternativa è quella di fissare dei limiti alla quantità dei rifiuti trasferibili in regioni lontane dalla Campania. La trattativa è in corso e non si escludono colpi di scena.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©