Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arriva la smentita sulle dichiarazioni di ieri

Rifiuti: nessun camion di Napoli a Cava Sari


.

Rifiuti: nessun camion di Napoli a Cava Sari
13/05/2011, 15:05

TERZIGNO - Dopo le accuse arriva la smentita, ieri da parte delle mamme vulcaniche era partita la denuncia dell’arrivo presso Cava Sari di auto compattatori provenienti da Napoli e non solo, dunque, dai 18 comuni della zona rossa, oggi però arriva la smentita bollando l’episodio come un equivoco. A chiarire quanto accaduto è il presidente dei sindaci del Parco Nazionale del Vesuvio e primo cittadino di San Sebastiano al Vesuvio Giuseppe Capasso, che  assicura l’arrivo presso la  cava vesuviana solo di rifiuti dei comuni autorizzati allo sversamento. Capasso inoltre spiega che i camion segnalati ieri dal comitato civico non erano provenienti da Ponticelli come ipotizzato in un primo momento ma dal comune di San Giorgio a Cremano per cui si sarebbe trattato di un equivoco, il presidente inoltre afferma: “i  dati dei conferimenti di questi giorni sono costanti e coerenti con le quantità smaltite negli ultimi mesi, con un'apprezzabile riduzione rispetto al novembre 2010, per effetto della raccolta differenziata che ha mediamente superato il 40% con punte del 70% a San Sebastiano”. Ma la Rete dei Comitati vesuviani non ci sta ed invita tutti a vigilare affinché nessun  compattatore proveniente da Napoli città o da aree esterne alla "zona rossa" possa avvicinarsi a cava Sari "in caso contrario – scrivono in una nota – ci  opporremmo con tutte le forze a bloccare qualunque conferimento che non rispettasse gli accordi che Prefetto, Caldoro, Cesaro e i Sindaci si sono dati!”

 

 


Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©