Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tra dieci giorni lo sbarco a Napoli

Rifiuti: partita la nave dall'Olanda

L'imbarcazione può caricare fino a 5000 tonnellate

Rifiuti: partita la nave dall'Olanda
30/12/2011, 18:12

NAPOLI - Giovedì 29 dicembre è salpata dall’Olanda la prima nave diretta a Napoli per raccogliere i rifiuti e smaltire l’emergenza. Lo ha annunciato il presidente dell’Asia, azienda di igiene urbana, Raphael Rossi: “Napoli potrà superare i problemi legati all’emergenza rifiuti, costituita da 1000 tonnellate in città. Le navi dell’azienda olandese Avr possono caricare fino a 5000 tonnellate di rifiuti e l’accordo prevede partenze da Napoli anche due volte a settimana. Quindi, dal 2012 non ci saranno code agli Stir e il personale oggi bloccato in code inutili alle discariche, potrà essere occupato per la raccolta differenziata”. La nave olandese arriverà a Napoli tra dieci giorni e intanto Raphael Rossi si prepara a lasciare l’incarico di Asia, anche se continuerà a collaborare con l’azienda partenopea.
“Avrei potuto lasciare l’Asia alla firma del contratto mesi fa – spiega Raphael Rossi –, invece ho scelto di restare, sapendo di percepire per un ruolo di massima responsabilità, anche penale, una busta paga di 2500 euro al mese. L’impegno mio e del gruppo di lavoro è stato di non far mancare la raccolta differenziata a Napoli con risultati ottimi”. Il presidente di Asia ricorda il raggiungimento del 65% di raccolta differenziata nel quartiere di Scampia, l’ampliamento del servizio porta a porta per 240 mila abitanti e un primo risultato di fine anno pari al 22% di raccolta differenziata in città.
Intanto, la giunta comunale approva oggi un atto deliberativo per assicurare il rimborso anche per l’anno 2011 della Tarsu, la tassa sui rifiuti solidi urbani in favore di anziani, disabili e famiglie numerose in condizioni di disagio socio-economico. A breve, sarà predisposto un apposito avviso pubblico con le modalità per l'accesso al beneficio, disponibile sul sito web del Comune di Napoli.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©