Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rifiuti, presto una nuova emergenza - Video

i comuni della provincia non sono pronti

Rifiuti, presto una nuova emergenza - Video
14/09/2013, 12:07

 “Anche sul versante rifiuti si rimpiangerà la Provincia”, a dichiararlo è il presidente della provincia di Napoli Antonio Pentangelo. Il numero uno di piazza Matteotti si riferisce alla districata situazione in cui versano i comuni dopo la sostituzione della Tarsu con la Tares. In buona sostanza la nuova tassa verrà intascata direttamente dei comuni, che riuniti in ambiti territoriali ottimali, dovranno gestire gli impianti per lo smaltimento dei rifiuti. In pratica ciò che facevano le società provinciali come la Sapna, che dal mese di gennaio non riceve più soldi dalla provincia, la quale prima copriva il servizio con una parte della Tarsu. Insomma una situazione davvero anomala, dove non si è ancora ben capito di chi siano le competenze. Da un lato la Sapna e le altre società hanno le mani legate: non posso agire, non avendo soldi più in cassa e non sapendo quale sarà il loro destino. Dall’altro i comuni, che già vivono le loro difficoltà e ora dovranno anche occuparsi dell’intera gestione del ciclo dei rifiuti. Ecco il motivo di un incontro che si è svolto presso la prefettura di Napoli e che ha visto allo stesso tavolo il prefetto Musolino, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il vice sindaco Tommaso Sodano, il presidente della provincia di Napoli Antonio Pentangelo, l’assessore regionale all’ambiente Giovanni Romano e le società provinciali di smaltimento rifiuti. L’intento è quello di sollecitare i comuni ad entrare nel nuovo meccanismo: impresa ardua, se si considera che molti enti locali non hanno neanche approvato il bilancio di previsione. E questo significa che se i comuni non sono in grado di gestire il ciclo dei rifiuti, preso sarà emergenza per le strade della regione. 

Commenta Stampa
di Emmeggì Riproduzione riservata ©