Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Comune e provincia hanno già trovato l’intesa

Rifiuti, scatta il piano Nord Europa

Intanto Caldoro chiede chiarimenti sul termovalorizzatore

.

Rifiuti, scatta il piano Nord Europa
02/08/2011, 14:08

NAPOLI - Continua il lavoro di Regione, Provincia e Comune per risolvere l’emergenza rifiuti a Napoli. Scatta ora il piano Nord Europa per trasferire tra Olanda e Norvegia parte dei rifiuti. In merito, si sarebbe già trovata l’intesa tra il sindaco Luigi De Magistris ed il numero uno di palazzo Matteotti, Cesaro. Manca però la richiesta ufficiale, via Regione, per far partire il piano e, soprattutto, manca la copertura finanziaria per garantire l’operazione di alleggerimento delle giacenze che continueranno a tormentare la città in attesa dell’incremento della differenziata, che dovrebbe partire da settembre, e degli impianti di compostaggio. Intesa siglata, la Provincia interverrà finanziariamente , per quelle che sono le proprie competenze, per consentire i trasferimenti con ogni probabilità in nave nei paesi del Nord Europa. Insomma le idee sono chiare, De Magistris è convinto che in questo modo si pagherà molto meno rispetto ai costi per il trasferimento in regioni italiane e procede la collaborazione istituzionale che poi è la stessa che vorrebbe il governatore Stefano Caldoro sul fronte della realizzazione del termovalorizzatore di Napoli. “In tutta Europa – ha detto il Governatore della Campania via chat ai cittadini -  non esiste un impianto finale che non sia il termovalorizzatore. Sui rifiuti è necessario mettere da parte le posizioni ideologiche, perché occorre fornire risposte strutturali ai cittadini, cosa che non è avvenuta negli ultimi vent’anni. Il Comune ci dica quali sono le alternative sul fronte dell’impiantistica che deve chiudere il ciclo”. Chiara la frecciatina al primo cittadino, che invece continua a puntare tutto su differenziata, compostaggi e gassificatore. E Intanto comincia a produrre i primi effetti positivi, l’ordinanza emessa sabato scorso dal Governatore Caldoro che consente di trasferire fuori dalla provincia di Napoli rifiuti del capoluogo campano. Ordinanza che ha generato timori bene manifestati dalle provincie di Avellino e Caserta i cui presidenti hanno presentato ricorso al Tar.  

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©