Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rifiuti: sindaco Quarto lancia slogan provocatorio


Rifiuti: sindaco Quarto lancia slogan provocatorio
03/11/2010, 14:11


QUARTO (Na) - «Benvenuti al Sud. Quarto gemellata con le altre città dell’immondizia». E’ lo slogan provocatorio lanciato dal sindaco di Quarto, Sauro Secone, per denunciare la difficile situazione che sta vivendo la cittadina flegrea, coperta da oltre 800 tonnellate di spazzatura. Rifiuti che non si riescono a smaltire perché, dopo ore di fila al di fuori degli impianti Stir, si sversano solo le quantità giornaliere di spazzatura. «Ormai molte piazze, strade, parcheggi e perfino i monumenti archeologici della nostra cittadina sono diventati le cartoline di un orrore quotidiano fatto di sacchetti variopinti e maleodoranti – sottolinea il sindaco Secone – Ormai non ci resta che lanciare un ennesimo, accorato appello al governatore Stefano Caldoro e al presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro, affinchè con la loro autorevolezza politica e istituzionale prendano in mano le redini della questione e convochino con urgenza un Tavolo interistituzionale tra Regione, Provincia e Comuni per trovare una via di uscita. Noi a Quarto stiamo ogni giorno peggio, con i nostri camion stracarichi di spazzatura, mentre altri 8 mezzi nuovi di zecca li abbiamo chiusi in garage perché manca un’autorizzazione burocratica regionale. Brancoliamo nel buio, chiedendo quotidianamente scarichi aggiuntivi che non ci vengono concesso e di questo passo le strade torneranno pulite non prima di un mese. Se non ci saranno spiragli, lunedì prossimo non si farà il mercato settimanale a Quarto». Stop alle attività mercatali e, in caso di ulteriore aggravamento della situazione, si affaccia anche l’ipotesi della chiusura delle scuole. «Ormai la nostra immagine, anche da un punto di vista turistico è deturpata da questa nuova ondata di spazzatura, che rischia di travolgerci – aggiunge Secone, che lancia una proposta – Ho scelto come slogan provocatorio una citazione, parafrasando il titolo del film che sta spopolando in questi giorni nelle sale cinematografiche. In quella pellicola si scherza sui luoghi comuni del meridione, ma alla fine se ne trae un’immagine positiva del Sud. Con quello spirito, appena sarà terminata questa nuova crisi rifiuti, daremo la cittadinanza onoraria di Quarto agli attori Claudio Bisio, Alessandro Siani, Angela Finocchiaro, Giacomo Rizzo, Nando Paone e Valentina Lodovini. Loro hanno mostrato un Sud solare e lontano dagli stereotipi nei quali ci ricaccia la crisi dei rifiuti».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©