Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Raccolta affidata all’azienda Fratelli Balsamo

Rifiuti: Torre del Greco cambia ancora ditta


.

Rifiuti: Torre del Greco cambia ancora ditta
20/05/2010, 14:05

TORRE DEL GRECO – La storia appena cominciata, è già finita. Neanche il tempo di parlare della nuova ditta di raccolta rifiuti, che a Torre del Greco c’è già il cambio di timoniere. La nuova bufera stavolta si abbatte sulla ditta veneta Bullon. Il gruppo con sede a Belluno, che appena la scorsa settimana si era aggiudicato la gara d’appalto per la raccolta rifiuti fino alla fine dell’anno 2010, ha già ricevuto il ben servito dal primo cittadino torrese, Ciro Borriello. Motivo della rottura fulminea, sarebbe la “falsa partenza” dell’azienda, a cui è stata rinfacciata una gestione iniziale dei servizi di nettezza urbana non all’altezza delle aspettative pattuite, né tantomeno valevole delle spese emesse dal Comune corallino (pari alla bellezza di quattro milioni di euro per sei mesi di gestione della raccolta rifiuti). A Borriello non sarebbero andate giù le condizioni di manutenzione di alcune zone della città, e la raccolta effettuata nelle giornate di sabato e domenica, quando la ditta veneta ha dimostrato di avere a disposizione pochi autocompattatori e spazzatrici per la pulizia delle strade. Così, visti i cumuli di rifiuti che persistono in giro per la città, il sindaco torrese ha deciso che cinque giorni di lavoro erano sufficienti per virare in rotte diverse da quelle preannunciate, e dare l’ennesima svolta alla questione rifiuti a Torre del Greco. E la svolta, in questa occasione, ha il sapore tutto casalingo. L’appalto, infatti, è stato già riassegnato dal Comune alla seconda ditta in gara. Posizione che corrisponde all’azienda Fratelli Balsamo di Torre del Greco, la quale ha già collaborato in passato con l’amministrazione comunale occupandosi della sola raccolta dei rifiuti ingombranti.  L’ennesimo capitolo avrà inizio il prima possibile, anche perché le condizioni igieniche di alcune vie della periferia torrese sono allo stremo. Su tutte, via Cupa Camaldoli, dove da circa una settimana non si vede l’ombra di un camion della Nettezza Urbana.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©