Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La GdF indaga 11 persone in Campania

Rifiuti usati per riciclare denaro

Scoperta evasione Irap su 57mln di euro

.

Rifiuti usati per riciclare denaro
03/05/2013, 13:06

SALERNO -  Undici persone sono indagate dalla Direzione distrettuale antimafia di Salerno per un traffico illecito di rifiuti utilizzato anche per mascherare complesse operazioni finanziare e riciclare denaro. I reati ipotizzati sono associazione per delinquere, traffico e gestione non autorizzata di rifiuti, frode fiscale e riciclaggio. La Guardia di finanza di Agropoli ha scoperto un'evasione Irap su oltre 57 milioni di euro e Iva per 10,2 milioni di euro. Seguendo le tracce di oltre 21mila tonnellate di rifiuti, passati attraverso le province di Salerno, Napoli Caserta, le Fiamme gialle hanno ricostruito passaggi bancari per oltre 28 milioni di euro in tre anni e hanno scoperto che 2,8 milioni di euro sarebbero stati riciclati in una filiale napoletana di un istituto bancario di livello nazionale. Per i trasferimenti di denaro l'istituto di credito avrebbe autorizzato prelievi giornalieri di contante, superiori alla soglia massima dei mille euro, e operazioni anche fino a centomila euro al giorno. Al centro dell'indagine vi è una società, con sede legale prima a Napoli e poi nello studio di un commercialista di Capaccio (Salerno), attiva nel commercio di rottami di rame, alluminio, acciaio e altri metalli. I due amministratori societari sono indagati per violazione delle norme in materia di riciclaggio. Indagato anche il direttore della filiale bancaria per l'omessa segnalazione alla Banca d'Italia delle operazioni sospette. Le indagini sono state avviate dopo una verifica fiscale alla società coinvolta nel traffico di rifiuti.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©