Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le loro dichiarazioni condizionate dai genitori

Rignano Flaminio: "Bambini abusati? Testimonianze non affidabili"


Rignano Flaminio: 'Bambini abusati? Testimonianze non affidabili'
27/11/2012, 17:42

TIVOLI (ROMA) - Sono state depositate ieri le motivazioni della sentenza con cui il giudice di Tivoli ha assolto gli insegnanti del cosiddetto "asilo degli orrori": tre maestre della scuola Olga Rovere di Rignano Flaminio (Marisa Pucci, Silvana Magalotti e Patrizia Del Meglio), la bidella Cristina Lunerti e l'autore televisivo (e marito di una delle docenti) Gianfranco Scancarello accusati di abusi sui bambini della scuola stessa. 
In 300 pagine, i giudici spiegano come secondo loro le testimonianze mancano di quei requisiti di gravità, univocità e precisione che permettono di trasformare gli indizi in prove. In particolare non c'è stata una identificazione sufficientemente valida nè di Megalotti e Pucci, che inizialmente non erano presenti nei racconti dei bambini, nè della Del Meglio e di Scancarello, che secondo i giudici sono stati "inseriti" nella vicenda dai bambini solo perchè i genitori li hanno condizionati. Per qeusto, essendoci troppa incertezza nella formazione della prova, i quattro sono stati assolti.
E lo stesso vale per la bidella: il suo coinvolgimento è ancora più labile, per cui non è neanche possibile giungere ad una formula dubitativa, sulle  sue eventuali responsabilità. 
I cinque imputati erano accusati di violenza sessuale di gruppo, maltrattamenti, corruzione di minore, sequestro di persona, atti oscenti, sottrazione di persona incapace, turpiloquio e atti contrari alla pubblica decenza. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©