Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Forza Nuova insorge

Rignano Flaminio: On. Carlo Giovanardi a difesa dei sospetti pedofili


Rignano Flaminio: On. Carlo Giovanardi a difesa dei sospetti pedofili
23/10/2009, 12:10

RIGNANO FLAMINIO - Senz'altro molti ricorderanno gli episodi di sospetta pedofilia di Rignano Flaminio, e la "scuola degli orrori", come è stata soprannominata. Tre insegnanti ed altre due persone accusate di atti di pedofilia su bambini molto piccoli, tra i 4 e i 9 anni. E oggi, ad una settimana di distanza dall'udienza preliminare, l'onorevole Carlo Giovanardi, Sottosegretario con delega alla Famiglia, parteciperà al convegno dal titolo eloquente: "Falsi abusi a Rignano Flaminio", organizzato dall'associazione Ragione e Giustizia, nata a sostegno degli indagati. Inizialmente a questo convegno era stata invitata anche l'associazione "La Caramella Buona", nata per tutelare i diritti dei minori; ma in un secondo momento la stessa ha emesso un comunicato nel quale sosteneva che l'invito che avevano ricevuto non conteneva alcuna indicazione sul tema del convegno e che loro avevano accettato solo perchè pensavano si trattasse di parlare degli abusi sui bambini. Saputo l'argomento del convegno, si sono dissociati dal nome del convegno e hanno detto che parleranno solo degli abusi sui bambini in generale.
Non è la prima volta che Giovanardi entra nella vicenda di Rignano Flaminio dalla parte degli imputati, pur non essendo nè imputato, nè legale di nessuno dei sospettati. Per esempio a luglio scorso ha fatto scalpore uno scambio di querele che ha avuto con l'avvocato Taormina, legale di alcuni dei genitori dei minori che avrebbero subito gli abusi. Taormina ha querelato Giovanardi per avere accusato i suoi clienti di avere montato il caso e di avere mentito davanti ai PM; Giovanardi ha risposto con una querela contro Taormina e contro l'Associazione Genitori di Rignano Flaminio (Agerif) per diffamazione. E pochi giorni prima, come testimonia sul suo blog bambinicoraggiosi.com Roberta Lerici, esponente dell'Italia dei Valori che segue da vicino la vicenda, il sottosegretario Carlo Giovanardi aveva pensato bene di invitare gli accusati di Rignano Flaminio a guardare i tre video, girati dai genitori di alcuni bambini, quando hanno denunciato i fatti. Si tratta di video che si resero necessari all'epoca perchè non erano creduti e i Carabinieri non volevano accettare le loro denunce; e sono depositati agli atti del processo.
Il punto inquietante è che l'Onorevole Giovanardi ha più volte sostenuto che la pedofilia è un fenomeno più mediatico che reale e che nelle scuole è qualcosa di inesistente. Posizione che è contrastata anche dal suo collega di partito Luca Barbareschi, che ieri ha fatto un comunicato stampa nel quale mette in guardia da qualsiasi forma di negazionismo della pedofilia e sostiene che mettersi sopra la magistratura, che deve agire liberamente, sarebbe un abuso.

"Le dichiarazioni del sottosegretario con delega alla famiglia Giovanardi in merito alle vicende di pedofilia a Rignano Flaminio sono vergognose. Dopo le indagini dei magistrati, dopo la rimozione ad opera del Vescovo del sacerdote che aveva difeso i presunti pedofili, dopo le numerosissime notizie della cittadinanza, che il sottosegretario si sprechi in assurde considerazioni di innocentismo sfegatato ad oltranza è a dir poco scandaloso. La sua sola preccupazione dovrebbe esser infatti quella di difendere i bambini, e non i probabili carnefici degli stessi. Contesteremo Giovanardi in ogni sua pubblica apparizione.Dovrebbe vergognarsi." afferma il segretario di Forza Nuova Roberto Fiore in merito alla nota vicenda di pedofilia del comune di Rignano Flaminio.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©