Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Costretta a prostituirsi per un anno

Rimini: bulgara fugge da "casa degli orrori"


Rimini: bulgara fugge da 'casa degli orrori'
08/12/2013, 21:21

RIMINI - Una donna bulgara è  riuscita  a fuggire in una  "casa degli orrori" di Rimini, in cui era stata rinchiusa   e costretta a prostituirsi per un anno.  La donna è riuscita a trovare il coraggio ed ha denunciato  i suoi aguzzini alla polizia,  un  suo connazionale, e la sua fidanzata, anche essa  bulgara. Lui, lo aveva conosciuto su Fb e l'aveva convinta a lasciare il suo Paese  per venire a fare la cameriera a Rimini. La giovane violentata e segregata nell'appartamento, persino minacciata dell'uccisione del figlio,  non era l'unica costretta a prostituirsi: altre due cittadine bulgare, infatti, si trovavano nella sua stessa situazione, tenute prigioniere. La Squadra Mobile riminese ha fatto irruzione nella casa, ma è riuscita ad arrestate solo la fidanzata dell’aguzzino,  l’uomo, purtroppo,  è  riuscito a far perdere le proprie tracce.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©