Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La donna uccisa con una coltellata al cuore

Rimini, cameriere morta in hotel


Rimini, cameriere morta in hotel
19/09/2013, 18:57

RIMINI – Una coltellata al cuore. È morta così una cameriera romena di 33 anni che lavorava in un hotel di Rivabella di Rimini. Il corpo della donna è stato ritrovato - nella cucina al primo piano - dalla titolare della Pensione Scilla, dove la 33enne aveva lavorato quest’estate.
La giovane cameriera proprio in questi giorni aveva finito la stagione lavorativa ed era stata retribuita. Oggi sarebbe dovuta ritornare al suo paese dove, anni prima, aveva perso un figlio di 12 anni morto annegato.
Secondo un primo esame effettuato dal medico legale, la giovane romena è morta con una coltellata sferrata dall'alto al basso, nel luogo dove è poi stata ritrovata dalla titolare della pensione. Al momento del ritrovamento la era vestita e il coltello era ancora conficcato nel petto.
La titolare dell’hotel, suo figlio Marco Polichetti, amico della vittima, e la figlia della socia di Marco sono stati ascoltati dagli uomini della squadra mobile come persone informate sui fatti. La polizia ha inoltre sequestrato la vespa del giovane e ha chiuso temporaneamente il bar in cui Marco è socio.
Stando ad alcune testimonianze, Polichetti verso le 5e 30 ha aperto il bar di Rivazzurra, distante dalla pensione dove lavorava la romena ma in mattinata si è allontanato per sbrigare delle commissioni da fare, tra cui portare il biglietto aereo per la Romania alla giovane. I testimoni sostengono, inoltre, che verso le 12 – ora del ritrovamento del cadavere – Marco era di nuovo al bar, dove ha ricevuto la telefonata di un amico che lo avvertiva della tragica scoperta alla pensione.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©