Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Rione Traiano, ritrovate armi e droga a casa del fratello del reggente dei Puccinelli


Rione Traiano, ritrovate armi e droga a casa del fratello del reggente dei Puccinelli
19/10/2012, 09:15

A Napoli, nel Rione Traiano, i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Bagnoli hanno tratto in arresto un uomo di 49 anni, residente in via marco aurelio, già noto alle forze dell'ordine e sorvegliato speciale, ritenuto affiliato al clan camorristico dei “Puccinelli” e fratello di un 44enne, ritenuto l’attuale reggente dell’organizzazione criminale. All’uomo i militari dell’arma hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa sulla base di accertamenti eseguiti dai carabinieri con i quali era stato dimostrato che 2 pistole e 2,1 chilogrammi di droga sequestrati in un appartamento in disuso limitrofo alla sua casa alcuni giorni fa erano nella sua materiale disponibilita’, in concorso con la moglie, tratta in arresto in flagranza di reato. Il 10 ottobre scorso i militari dell'arma dei carabinieri avevano fatto irruzione nella casa e durante perquisizione nell’appartamento attiguo, avevano trovato in un armadio una pistola marca calibro 357 magnum con 5 cartucce nel tamburo, una pistola calibro 7,65 risultata rubata il 22 gennaio 2011 a sant’antonio, 1.400 grammi di hashish in 16 panetti e 700 grammi di marijuana contenuta in alcune buste. di paolo rita, 46enne, moglie di bernardo giuseppe, trovata in possesso delle chiavi, era stata arrestata. con attivita’ successive all’irruzione i carabinieri avevano individuato anche un sistema di video sorveglianza installato nel palazzo e nelle vie di accesso, composto da 5 microcamere e un monitor di controllo posizionato nell’abitazione della di paolo nonché rinvenuto nella disponibilita’ della donna le chiavi di accesso al citato all’appartamento in disuso, ove erano custodite le armi e la droga. contestualmente all’esecuzione del provvedimento restrittivo, oggi, i carabinieri hanno proceduto a perquisire 3 palazzine ai civici 66, 68 e 70 di via marco aurelio rinvenendo in un basso protetto da una porta blindata una pistola semiautomatica calibro 9 con 2 caricatori contenenti 11 e 7 cartucce (l’arma e’ risultata rubata a sala consilina (sa) il 9 gennaio). con l’ausilio dei vigili del fuoco del distaccamento di pianura sono stati inoltre rimossi ostacoli fissi (cancellate metalliche e porte blindate) installate nei citati stabili per ritardare l’accesso delle forze dell’ordine. l’arrestato e’ stato tradotto nella casa circondariale di poggioreale.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©