Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Riprende il processo su Ruby Rubacuori

I testimoni: Berlusconi parlò di Ruby con Mubarak

Riprende il processo su Ruby Rubacuori
06/10/2012, 11:43

MILANO – Riprende, dopo la pausa estiva, il processo che vede coinvolto Silvio Berlusconi sullo scandalo di Ruby Rubacuori. L’udienza si è incentrata sui presunti rapporti della ragazza con il Presidente egiziano, Hosni Mubarak.

Il primo testimone a parlare è stato l’ex consigliere per le relazioni internazionali, Valentino Valentini il quale ha dichiarato: “Durante il pranzo, in una fase più rilassata, Berlusconi disse a Mubarak di aver conosciuto una ragazza egiziana di una famiglia a lui vicina che si chiamava Ruby e ne nacque una conversazione piuttosto confusa. Mubarak chiese “Ruby la famosa cantante?” e anche i membri dell’entourage dicevano la loro”. E aggiunge “Non si parlò di parentela ma di una familiarità”.

Valentini parla poi del momento in cui Berlusconi avrebbe spacciato Ruby per la nipote di Mubarak: “Il Presidente disse a Ostuni (capo di Gabinetto della Questura di Milano) che era stata fermata una ragazza egiziana innocua sprovvista di documenti e si offrì di mandare la consigliera Regionale Minetti per aiutare l’identificazione e alla fine disse: mi risulta che potrebbe essere parente del Presidente egiziano Mubarak”

Il secondo testimone è stato il diplomatico Bruno Archi, che alle domande del pm Ilda Boccassini risponde: “Berlusconi aveva chiesto a Mubarak se la ragazza facesse parte della sua cerchia familiare, fu questo a suscitare l’interesse. Mubarak rimase incuriosito ma non capì bene la domanda, c’era molta confusione, eravamo a fine pasto e ci furono anche problemi di traduzione. Mubarak non rispose ma gli altri iniziarono a interloquire dicendo che conoscevano una famosa cantante di nome Ruby”.

Infine a testimoniare è stato chiamato Giancarlo Galan, ex Presidente del Veneto, in quanto anche lui presente alla cena con Mubarak. “Ricordo che il nome di Ruby a un certo punto venne fatto. Onestamente non prestai molta attenzione al dialogo, da quel che capii parlavano di una bella egiziana e l’idea che mi feci era che si trattasse di un’attrice o una cantante”.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©