Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Una barca con 100 immigrati verso l'isola

Riprendono gli sbarchi a Lampedusa

E' la seconda in poche ore, complice il tempo favorevole

Riprendono gli sbarchi a Lampedusa
20/02/2011, 17:02

Esattamente una settimana dopo il botta e risposta che ha infiammato la polemica tra il ministro Roberto Maroni e l’Ue, a Lampedusa riprendono inesorabilmente gli sbarchi di profughi provenienti dai fronti caldi della crisi che sta attanagliando il Maghreb. A una trentina di miglia a sud dell’isola, sono stati avvistati nuovi barconi carichi di vita umane, motivando l’utilizzo di due motovedette per verificare le condizioni dei profughi a bordo.
E' il secondo sbarco nel giro di poche ore, dopo alcuni giorni di relativa calma a causa delle cattive condizioni meteo: la scorsa settimana più di cinquemila immigrati hanno raggiunto le coste europee in appena 4 giorni, ed il Ministero dell’Interno ha risposto a questa nuova ”diaspora” riaprendo il Cie di Lampedusa.
Poche ore fa un barcone con un centinaio di migranti a bordo è stato avvistato a circa 30 miglia a sud di Lampedusa da un aereo della Guardia Costiera in ricognizione nel Canale di Sicilia. L'imbarcazione, che in questo momento sta navigando a una velocità di circa sei nodi all'ora, dovrebbe raggiungere l'isola nel tardo pomeriggio. Questa mattina un'altra piccola imbarcazione con 13 tunisini partiti da Sfax era stata soccorsa da una motovedetta della Guardia di Finanza a 15 miglia dalla costa. I posti a disposizione al Cie di Lampedusa sono circa 1200: cifra che sembra insufficiente ad affrontare i grandi spostamenti previsti dai focolai di rivolta dell’Africa del nord.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©