Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Borgo san Nicola accusato di danno esistenziale

Risarcimento ad un detenuto per sovraffollamento carceri

Sentenza del Tribunale di sorveglianza, 220 euro

Risarcimento ad un detenuto per sovraffollamento carceri
13/09/2011, 11:09

LECCE - Il carcere di Borgo San Nicola risarcirà un detenuto tunisino di 28 anni per danno esistenziale.
La cella nella quale viveva era invivibile, troppo stretta.
Il Giudice del Tribunale di sorveglianza ha accolto il ricorso del legale del tunisino.
Il risarcimento previsto per il 28enne sarà di 220 euro per il mese di detenzione trascorso dal detenuto in una cella con altre 40 persone.
L'ordinanza del magistrato è senza dubbio la prima del genere in Italia, rappresentando una "svolta epocale - come sostiene il legale del giovane - nell'ambito della giurisprudenza".
Le condizioni di vita a Borgo San Nicola sono sono disumane: una cella di 11 metri quadrati da condividere con almeno altre nove persone.
Il magistrato avrebbe rilevato "lesioni della dignità umana intesa anche come adeguatezza del regime penitenziario, soprattutto in ragione dell’insufficiente spazio minimo fruibile nella cella di detenzione”.

Commenta Stampa
di Carmen Cadalt
Riproduzione riservata ©