Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Ed era molto abile, a giudicare dal colore

Risolto il mistero della monaca dal dente blu: era una amanuense


Risolto il mistero della monaca dal dente blu: era una amanuense
11/01/2019, 19:13

Finora, si è sempre dato per scontato che a ricopiare i libri nel Medioevo fossero dei monaci, detti amanuensi. Ma una recente scoperta potrebbe raccontare una storia diversa. 

Tutto nasce dal ritrovamento di uno scheletro femminile, ritrovato nel monastero di Dalheim, in Germania. Lo studio delle ossa, secondo gli esperti, dà un'età, al momento della morte, compresa tra i 45 e i 60 anni; mentre l'esame al radiocarbonio ci dice che è vissuta tra la fine del decimo secolo d.C. e la metà del XII secolo. Tuttavia c'era una cosa strana: una macchia azzurro brillante, trovata nell'arcata dentale inferiore, proprio dietro ai denti. Una macchia che, analizzata, ha dimostrato essere fatta con tartaro e pigmenti di lapislazzuli, per creare una tonalità di blu tipica dei libri più costosi. Di conseguenza, si pensa che quella monaca fosse una amanuense, che passava gran parte della sua giornata a ricopiare i libri e a riprodurne i disegni. Non solo, ma doveva essere anche particolarmente abile, dato che le veniva concesso di usare colori costosi, che non erano a disposizione di tutti. La macchia si deve essere formata perchè la donna doveva avere l'abitudine di passarsi la punta del pennello sulla lingua, cosa che ha provocato l'accumulo di colore dietro i denti inferiori

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©