Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Massiccio intervento coordinato, ha scongiurato il peggio

Risolto il problema dello sversamento di idrocarburi nel Porto di Napoli

Pericolo scampato, ma occorrono altre indagini

.

Risolto il problema dello sversamento di idrocarburi nel Porto di Napoli
16/07/2011, 14:07

NAPOLI – Non è trascorsa neanche una settimana da quando un allarme inquinamento nel porto di Napoli fece attivare le procedure di emergenza per arginare un probabile danno ambientale. Finalmente possiamo mettere la parola fine all’ accaduto, che ha visto un’ ampia zona del porto interessata dallo sversamento di idrocarburi misti ad altre sostanze tossiche. Gli interventi coordinati da Capitaneria di Porto, Protezione Civile e dall’ Autorità Portuale di Napoli, hanno visto la partecipazione dei Vigili del Fuoco, come sempre in prima linea, e le forze di Polizia Giudiziaria che tempestivamente hanno avviato le indagini sull’ accaduto. Inoltre alle operazioni di bonifica si sono dedicati anche: l’ ARPAC, i tecnici di Regione, Provincia e Comune, inoltre il personale specializzato della sezione Igiene e Medicina del Lavoro e Igiene e Sanità Pubblica dell’ ASL Napoli 1. Nonostante il tempestivo impiego di personale e mezzi atti alla risoluzione del problema, le aziende portuali hanno, purtroppo, subito gravi danni economici, derivati dalla sospensione delle attività per tutelare la salute dei lavoratori, data la possibilità di intossicazione derivata dal travaso in mare. Inoltre l’ Autorità Portuale ha fatto intervenire l’ Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, che stilato un proprio rapporto in merito all’ accaduto e alle operazioni effettuate, ha quindi suggerito il proseguimento di ulteriori indagini atte ad ottenere un quadro più dettagliato sull’ increscioso accaduto.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©