Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Il leghista non sa cosa significa "omofobo" nè "omosessuale"

Rissa alla Camera per un "tweet": Polledri (Lega) aggredisce Ferrari (Pd)


Rissa alla Camera per un 'tweet': Polledri (Lega) aggredisce Ferrari (Pd)
21/10/2011, 15:10

ROMA - E così giovedì è stato stabilito l'ennesimo record negativo: un parlamentare che tenta di aggredirne un altro per un "tweet", cioè un messaggio su Twitter. Tutto nasce con un messaggio sull'hashtag "#opencamera", creato dal deputato del Pd Andrea Sarubbi, insieme all'utente Tigella, col quale viene raccontato cosa avviene in aula. Il messaggio, scritto dal democratico Pierangelo Ferrari, recita: "L'on Polledri, Lega, ultracattolico e omofobo, interviene attaccando la Bce. Nel nome di CrediNord, la banca leghista fallita".
La reazione di Polledri (a cui evidentemente viene riferito subito il messaggio) non si fa attendere: si precipita contro Ferrari, fermato solo dai 194 centimetri del democratico Emanuele Fiano, gridando: "Vigliacco, io non sono malato, tu non puoi dire quelle cose". Dopo poco le cose si sono calmate. Resta però da capire una cosa: cosa c'entra "l'essere malato" di cui parla Polledri? Le ipotesi sono fioccate. La più probabile è che Polledri, nonostante la sua laurea in psichiatria, non conosca la differenza tra "omofobo" (cioè colui che ha una paura irrazionale ed immotivata degli omosessuali) e "omosessuale". Ma è anche la più triste: pensare che nel 2011 uno psichiatra - o comunque qualsiasi persona colta - sia dell'idea che l'omosessualità sia una malattia, dimostra quanta ignoranza ci sia in giro.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©