Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

In ospedale danneggiata l'auto della polizia

Rissa in discoteca ad Agnano, arrestato 20enne armato


Rissa in discoteca ad Agnano, arrestato 20enne armato
11/05/2009, 18:05

Una parola di troppo, forse uno spintone, e un’altra serata napoletana stava per sfociare in tragedia. E’ successo ad Agnano dove i poliziotti hanno bloccato un ventenne incensurato mentre inseguiva, pistola in mano, un gruppo di ragazzi. Salvatore Perez, nella tarda serata di ieri, aveva avuto, secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, un diverbio con altri ragazzi all’interno di una discoteca di via Pisciarelli. Dalle parole, come spesso accade in queste circostanze, si è passati ai fatti. Nelle mani del giovane è spuntata una pistola. Una Beretta perfettamente funzionante, con caricatore, cartucce ed il colpo in canna.

Alla vista dell’arma i ragazzi si sono dati alla fuga. Perez li ha inseguiti anche all’esterno della discoteca. La scena è stata notata da due agenti di polizia liberi dal servizio che, dopo essersi qualificati, hanno bloccato il giovane e sono riusciti a disarmarlo. Come appurato, in precedenza c’era stata una rissa in cui il giovane era rimasto coinvolto. Sui suoi vestiti c’erano macchie di sangue ed aveva un taglio alla nuca. Successivamente il ragazzo è stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo, dove poco dopo sono arrivati anche i suoi parenti.

La situazione non è tornata alla normalità nemmeno in ospedale, dove minacce e insulti sono stati rivolti sia alle guardie giurate in servizio, sia ai dipendenti. Danneggiamenti sono stati registrati alla vettura d’ordinanza della polizia sopraggiunta poco dopo, che è stata portata via col carro attrezzi in quanto qualcuno, nel parapiglia, aveva tagliato le ruote. Le indagini continuano per individuare altri coinvolti e per stabilire i motivi che hanno portato alla rissa. Perez è stato arrestato con l’accusa di detenzione e porto abusivo di arma da guerra con relativo munizionamento.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©