Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Due anni di inferno tra minacce e sfruttamento

Riti woodoo per costringerla a prostituirsi, arrestati due nigeriani


Riti woodoo per costringerla a prostituirsi, arrestati due nigeriani
02/06/2010, 19:06

NAPOLI - I carabinieri partenopei, su mandato della Dea napoletana e del gip del Tribunale di Napoli, hanno eseguito il provvedimento per due  ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di due nigeriani. Il primo è Goastime Osadebe, 34 anni ed attualmente detenuto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Per lui le manette erano già scattate per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. La seconda custodia cautelare, invece, è rivolta alla moglie di Osabede; al momento resasi irreperibile.
I due avevano ridotto in schiavitù ed indotto alla prostituzione una giovane donna africana. Per costringere la ragazza a prostituirsi, erano state usate minacce, percosse ed anche riti woodoo. La giovane, di 26 anni, era stata sottoposta ai soprusi della coppia dal marzo 2008 all'aprile 2009 anche a causa del suo stato di clandestinità che, come gli inquirenti hanno accertato, ponevano la vittima in una condizione di soggezione psicologica. Le autorità sono state infatti in grado di ricostruire tutto lo sfortunato e drammatico percorso della 26enne: con la falsa promessa di una prospettiva lavorativa in Italia, la donna era stata fatta imbarcare su una piccola imbarcazione clandestina e condotta prima in Libia e poi nel nostro paese. Dopo aver pagato 35.000 euro per il viaggio ed essere sbarcata, sempre clandestinamente, a Lampedusa, la ragazza è stata raccolta da quelli che sarebbero stati i suoi aguzzini e trasferita in provincia di Napoli (a Castel Volturno) . I due coniugi costringevano la vittima a prostituirsi in strada ed a fornire loro tutti i proventi della propria attività.
Durante la segregazione e lo sfruttamento, per convincerla a consegnare loro tutto il denaro incassato e a non denunciare i soprusi subiti alle autorità, i due criminali sottoponevano la donna di origini africane a lunghi riti woodoo.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©

Correlati