Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ritorna il travaso di rifiuti sul porto di Forio d'Ischia


.

Ritorna il travaso di rifiuti sul porto di Forio d'Ischia
23/05/2011, 13:05

ISCHIA - Dopo le feroci polemiche che in questi giorni hanno accompagnato l’ormai cronica e perenne emergenza rifiuti all’ombra del Torrione, nel Paese circola la voce sempre più insistente secondo cui per evitare il travaso dei rifiuti all’ingresso del Campo sportivo di Panza e la squallida sosta dei camion all’interno delle strutture sportive di Forio, l’Amministrazione Regine sembrerebbe decisa a ricollocare l’area di travaso sul porto di Forio dove, così come accaduto durante l’estate 2009, oltre alla puzza nauseabonda che in zona emana la condotta fognaria del Paese, dai prossimi giorni l'olfatto dei nostri graditi ospiti potrebbe essere nuovamente allietato da un nuovo e vomitevole olezzo proveniente dal Molo Borbonico: che vergogna! Intanto per il paventato ritorno delle operazioni di travaso dell’immondizia sul Molo Borbonico, i pescatori di Forio, quelli che con umiltà e genuinità vivono quotidianamente il nostro porto, sono sul piede di guerra come lo furono già due anni fa quando il Presidente dell’Associazione Pescatori locale, Domenico Barone, ci rilasciò le seguenti dichiarazioni: “Voglio denunciare questa vergogna rappresentata dai camion dell’immondizia che vengono a travasare sul porto dove la puzza è insopportabile. Come possiamo pensare di fare turismo in queste condizioni, col travaso sul porto, il mare e il Paese sporchi?”. Parole, queste, che oggi riecheggiano come monito per chi sta pensando di riproporre la vergogna del travaso sul Molo Borbonico.
Certamente quello di spostare nuovamente sul porto le operazioni di trasferenza dei rifiuti, sarebbe un nuovo e durissimo colpo alla ormai già bistrattata immagine turistica di Forio. Un durissimo colpo che cercheremo di evitare con tutte le nostre forze anche perché è intollerabile che nel Comune territorialmente più esteso dell'isola d'Ischia, l’Amministrazione Regine non riesca a individuare un'area di travaso dei rifiuti solidi urbani idonea e lontana dal centro storico e dai centri abitati.

Commenta Stampa
di Gennaro Savio
Riproduzione riservata ©