Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Prezzi più alti e sbarco a Casamicciola

Ritorno a casa difficile dopo Napoli-Lazio per i tifosi ischitani


Ritorno a casa difficile dopo Napoli-Lazio per i tifosi ischitani
21/11/2011, 10:11

NAPOLI - C'è stato un retroscena poco piacevole, per i tifosi del Napoli che risiedono ad Ischia. Innanzitutto un problema che ha riguardato tutti: usciti dallo stadio alla fine di Napoli-Lazio, hanno trovato la metropolitana chiusa e di aspettare il passaggio di un pullman notturno inutile anche solo pensarci: l'ultima corsa speciale era a mezzanotte. Ed essendo la partita finita dopo le 22.30, il tempo era veramente minimo, se non fosse passato subito il mezzo pubblico.
Quindi è scattata la corsa ai taxi, che, a detta di diversi testimoni, si sono fatti pagare cifre abbastanza alte. Comunque, arrivati alla banchina del molo, sono giunte le sorprese amare. Innanzitutto il costo: il biglietto costava 12 euro, cioè tariffa normale, e non i 3 euro che sono la tariffa per i residenti. Inoltre c'era un annuncio sul fatto che - contrariamente al solito - il traghetto, che normalmente ferma al porto di Ischia, si sarebbe diretto al porto di Casamicciola. Per chi conosce l'isola, sa che si tratta di una zona relativamente distante dal comune di Ischia, dove abitano la maggior parte delle persone e dove comunque tutti avevano lasciato la macchina all'andata. E alle 2 di notte, trovare un mezzo pubblico sull'isola è una impresa non da poco. Ma d'altronde le alternative non c'erano: quello era l'ultimo natante disponibile, per il successivo bisognava aspettare le 6 di mattina e non ci sono strutture di fortuna da poter utilizzare, nei pressi del molo. E una volta sull'isola, per andare da Casamicciola ad Ischia, si deve per forza usare qualche mezzo, a meno che di non volersi fare una scarpinata di oltre un'ora (e dopo una partita e con l'orario che si era fatto, non è che le risorse fisiche sono al massimo).
Sapendo questo, è montata la rabbia tra i giovani che hanno letteralmente assediato i botteghini della Caremar, la società che si occupa della tratta, per protestare. Ma l'unico risultato è stato di far intervenire la Polizia, che ha ristabilito l'ordine.
E quindi ai tifosi residenti ad Ischia non è rimasto altro che aspettare la mezzanotte per acquistare il biglietto a prezzo pieno (se l'avessero acquistato prima della mezzanotte, avrebbero dovuto pagare altri 3 euro perchè sarebbe stata considerata la prenotazione) e andare fino a Casamicciola, per poi raggiungere casa in una maniera o nell'altra.
Insomma, una lunga odissea, che ha rovinato qualsiasi piacere provato nel vivere allo stadio la partita.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©