Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A più di un mese dalla scomparsa di Vincenzo e Alfonso Guida

“Ritrovateli”, l’accorato appello della signora Ramaglia


.

“Ritrovateli”, l’accorato appello della signora Ramaglia
12/09/2011, 14:09

ERCOLANO - “Messina se hai un cuore ritrovameli” comincia con queste parole l’accorato  l’appello che Immacolata Ramaglia, madre di Alfonso Guida e moglie di Vincenzo Guida rivolge alle telecamere della nostra emittente televisiva nei confronti dell’armatore Stefano Messina affinché finanzi le ricerche per il ritrovamento dei corpi del figlio e del marito. L’incidente è avvenuto lo scorso 11 Agosto nelle acque del mare al largo di Ischia; il  peschereccio "Giovanni Padre" con a bordo i due pescatori ha infatti avuto una collisione con la nave cargo "Jolly Grigio” e da allora i corpi non ancora sono stati ritrovati. Sono stati tanti gli appelli fatti  e ad un mese ed un giorno dalla loro scomparsa Immacolata con un filo di voce chiede di ritrovare i corpi dei congiunti per dargli un degno funerale e portare un fiore sulla loro tomba. La paura della donna va anche nei confronti dell’altro figlio 17enne che sta soffrendo molto per quanto accaduto e minaccia di tuffarsi nelle stesse acque che hanno inghiottito il padre ed il fratello se non vengono ritrovati i loro corpi, un ulteriore dolore  che Immacolata non sarebbe in grado di sostenere.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©