Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Stipendi ancora a rischio, l'ombra dello sciopero generale

Riunione dei sindacati dell’Asl Na1: “servono certezze”


.

Riunione dei sindacati dell’Asl Na1: “servono certezze”
28/06/2010, 14:06

NAPOLI – Per questo mese gli stipendi arriveranno. A fine luglio, non si sa. Malgrado la Regione sia corsa ai ripari, con un decreto straordinario firmato venerdì dal presidente Caldoro, ed abbia pescato dalle casse dirottando altri fondi (ancora una volta), il problema permane. I fondi destinati all’Asl Napoli 1 restano bloccati al Banco di Napoli che, in virtù della sentenza di pignoramento, non ha nessuna intenzione di sbloccarli. Dall’altro lato, i soldi della Regione dovranno pur finire, non potranno bastare per colmare l'intero buco della sanità campana.
Questa mattina i sindacati confederati (Cgil, Cisl, Uil e Fsi) hanno avuto un incontro nella sede sindacale di Palazzo Esedra, al Centro Direzionale di Napoli. Quello che è venuto fuori dall’incontro, era presumibile. In sostanza, tanta rabbia ma un nulla di fatto, frustrazione davanti ad una situazione che è in stallo da diversi mesi. Tutto esposto, elencato, in un documento firmato da Sannino e Canzanella per la Cgil, Arciuolo e Russo per la Cisl, Scappino e Piscopo per la Uil e Ruggiano e Brancaccio per la Fsi.
“Nonostante i proclami e le rassicurazioni delle istituzioni della Campania, - si legge nel comunicato unitario successivamente diffuso, - ci si ritrova all’indomani della pubblicazione del Decreto M. n.78-2010 (misure in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economia), a dovere fare i conti con una norma che si presta a dubbie interpretazioni le quali sembrano lasciare inalterata la questione di garantire lo stipendio ai lavoratori dell’Asl Na1 Centro”.

Per il terzo mese consecutivo, continua il comunicato, ai dipendenti viene negata la corretta corresponsione stipendiale. L’intenzione dei sindacati è di non aspettare il prossimo mese, con il rischio di trovarsi nuovamente sulle barricate, ma di continuare con lo stato di agitazione del personale, nelle more della proclamazione dello sciopero generale. Ultima stoccata, all’intera direzione commissariale dell’Asl Na1: i sindacati vogliono la testa del commissario straordinario Maria Grazia Falciatore, del subcommissario sanitario Landolfi e del sub commissario amministrativo Amato.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©