Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rivellini: "Europa bacchetta Italia per situazione carceraria"


Rivellini: 'Europa bacchetta Italia per situazione carceraria'
28/02/2013, 16:32

L’europarlamentare Enzo Rivellini (Ppe/Mezzogiorno di Fuoco) ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Ho interrogato la Commissione Ue relativamente alla vergogna delle carceri italiane, dove su cento posti disponibili ci sono mediamente 140 detenuti, mentre la media europea è di 99,6 detenuti su 100 posti disponibili (percentuale del 99,6%). A gennaio 2010 si contavano 1.894 detenuti oltre il limite massimo dello stato di emergenza e di sovraffollamento carcerario possibile. Le morti sono state 93, di cui 50 per suicidio mentre negli ultimi dieci anni i tagli all’amministrazione penitenziaria sono stati pari al 22%. Ho quindi chiesto alla Commissione, seguendo le regole del “Libro Verde”: 1) se non creda che l’Italia debba prendere adeguate misure in merito; 2) se non creda che bisogna ampliare i capitoli di spesa per il reinserimento nella società dei detenuti così da ridurre il rischio di recidiva; 3) se non bisogna rivedere l’istituto della carcerazione preventiva e garantire il diritto alla genitorialità dei detenuti-genitori con figli minori di età. La risposta della Commissione Ue  e precisamente del Vice Presidente Commissario Viviane Reding rappresenta un duro monito alle Autorità italiane perché conferma e critica l’eccessivo uso della custodia cautelare. Inoltre attraverso i programmi europei Grundtvig e Leonardo Da Vinci l’Ue desidera continuare a finanziare l’istruzione e la formazione in carcere e spingere l’Italia ad utilizzare le risorse del fondo sociale europeo per i detenuti. Tutto ciò, oltre che per la mia interrogazione, anche alla luce di un’indagine fatta dall’Ue sull’attuale situazione dei detenuti italiani. Indagine che naturalmente fotografa una situazione allarmante”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©