Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le parole di Mario: "Vogliamo risposta che ci dia pace"

Roberto Straccia, il papà: Verità sulla morte di mio figlio


Roberto Straccia, il papà: Verità sulla morte di mio figlio
08/01/2012, 17:01

PESCARA - Ore di ansia e di dolore per i familiari di Roberto Straccia, il giovane studente marchigiano scomparso il 14 dicembre a Pescara e il cui corpo è stato ritrovato ieri a Bari. A parlare è il papà del ragazzo, Mario Straccia, il quale non si dà pace: "Ci abbiamo provato e abbiamo fatto tutto il possibile" dice mentre continua a rigirare tra le mani il suo cellulare. E' arrivato a Pescara da Moresco (Fermo) per riprendere le cose di Roberto dall'appartamento che il giovane studente universitario condivideva con altri giovani in via Teofilo d'Annunzio. "Devo liberare la stanza" - dice Mario mentre i ragazzi caricano gli effetti personali di Roberto sull'automobile. Nei prossimi giorni Mario Straccia sarà a Bari, dove sarà effettuata l'autopsia sul corpo ritrovato sul lungomare e si procederà all'esame del Dna per accertare che si tratti davvero di Roberto, considerato che il riconoscimento ufficiale da parte della famiglia non c'è stato.

"La nostra presenza qui non ha più senso - dice sempre papà Straccia. Ci ritiriamo nel nostro dolore". Impossibile, al momento, capire cosa sia successo a Roberto. "Per un padre un ragazzo è sempre perfetto. Ma non sono solo io a descrivere Roberto così, lo dicono tutti - commenta - Poche parole ma quelle giuste, questo era Roberto", come è stato scritto su un cartello che gli amici hanno preparato per una fiaccolata subito dopo la misteriosa scomparsa dello studente di Mediazione linguistica. "Lo abbiamo cercato tanto. Nostro Signore ha voluto farcelo trovare così e lo ringrazio. Ora lo prego che possa farci trovare anche la verità su ciò che è successo per poterci dare pace", ha continuato il padre.

Intanto, anche sul web e su Facebook, utilizzato in questi 24 giorni dagli amici di Straccia per dar vita ad un vero e proprio tam tam che contribuisse al ritrovamento del giovane, sembra essere calato il silenzio. Le poche persone che postano commenti nei due gruppi creati sul social network, oltre a rivolgere il proprio affetto a Roberto e alla famiglia, si uniscono alle parole di Mario Straccia e chiedono che sia fatta presto luce sulla vicenda.

CASO STRACCIA: FORSE MARTEDI' L'AUTOPSIA SUL CORPO -
Si svolgera' probabilmente martedi' l'autopsia sul corpo trovato ieri mattina a Palese vicino agli scogli sul lungomare a nord di Bari che secondo diversi indizi potrebbe essere quello di Roberto Straccia lo studente universitario originario di Moresco, in provincia di Fermo, nelle Marche, scomparso dal 14 dicembre da Pescara dove era uscito a fare jogging.

Commenta Stampa
di daga
Riproduzione riservata ©