Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La ragazza è una 19enne romana

Roma: aggredita con calci e pugni da convivente, donna in coma


Roma: aggredita con calci e pugni da convivente, donna in coma
04/02/2014, 11:08

ROMA - Aggredita con calci e pugni, adesso è in coma. La ragazza è una 19enne romana, aggredita dal suo convivente, anch’esso romano, di 35 anni. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri di Ostia. I militari lo hanno fermato subito dopo l'aggressione avvenuta nella loro casa nella periferia sud di Roma.

La vittima è ricoverata in gravi condizioni in ospedale . Dopo averla pestata a sangue, colpendola anche alla testa, il fidanzato che di mestiere fa il muratore, ha chiamato il 118. L'uomo, con piccoli precedenti per droga, è stato arrestato per tentato omicidio dai carabinieri di Ostia intervenuti sul posto.

La violenta lite è scoppiata nel tardo pomeriggio di ieri per motivi sentimentali. Quando il personale del 118 è arrivato sul posto si è reso subito conto che la situazione era critica e ha trasportato la vittima all'ospedale Grassi di Ostia.

La giovane, entrata in coma, è stata poi trasferita al Forlanini per essere sottoposta a un intervento. Al momento la prognosi è riservata.

 

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©