Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Roma: Alemanno nomina estremista di destra ai vertici dell'AMA


Roma: Alemanno nomina estremista di destra ai vertici dell'AMA
01/09/2009, 11:09

Gianni Alemanno, sindaco di Roma, è nella bufera: non è riuscito a far digerire il curriculum del nuovo Amministratore delegato dell'AMA Servizi, l'azienda municipalizzata della capitale. E non c'è da stupirsi: condannato a 4 anni e mezzo per tentato omicidio di due giovani di sinistra nel 1989; arrestato per l´assalto a un concerto antirazzista alla Sapienza nel ´94 quando gli sequestrarono in casa «una pistola e un tirapugni»; indicato in un´informativa dalla Digos alla procura nel 2007 come intestatario del sito degli "Irriducibili". Questo il curriculum di Stefano Ardini, appena nominato all'Ama Servizi. Ma non è una novità perchè il suo nome era già circolato alcuni mesi fa, per questo ruolo. Allora il Sindaco di Roma smentì, negando che queste fossero le sue intenzioni; ma adesso i fatti smentiscono la smentita.
I partiti di centrosinistra del Comune hanno vivacemente protestato, mentre il PdL ha parlato di strumentalizzazioni. Andrini ha rifiutato qualsiasi contatto con i giornalisti per rispondere alle domande sul punto, ma ha detto in una nota che fa parte di AN da 10 anni e che si rispecchia nei valori del PdL (razzismo, xenofobia, repressione delle libertà... un programma ad hoc per una persona dal suo passato, ndr) e che denuncerà per diffamazione chiunque lo definirà un naziskin.
Beh, se è questo il problema, fa nulla. Ma con ciò che ha commesso nel suo passato, con tutti gli atti di violenza per cui è stato processato, come facciamo a credergli? E come facciamo a credere ad un sindaco che smentisce quello che poi avviene? Certe cose se le può permettere Berlusconi che ha il monopolio TV, ma non Alemanno.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©