Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Motivazione: troppi costi e disagi per la popolazione

Roma: Alemanno rilancia l'idea della tassa per i cortei


Roma: Alemanno rilancia l'idea della tassa per i cortei
01/10/2010, 17:10

ROMA - Il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, rilancia l'idea di una tassazione speciale per i cortei che attraversano questa o quella zona della città. Dopo il corteo, organizzato dalla Fincantieri, che ha bloccato ampie zone della capitale, Alemanno ritorna sul punto: "Come volevasi dimostrare, Roma si è trovata totalmente paralizzata nel traffico a causa del primo grande corteo, per la vertenza Fincantieri, che si è svolto in città. Comprendo il disagio e le proteste dei lavoratori ma siamo di fronte non a una grande manifestazione nazionale ma a quella di dipendenti di una singola impresa. Siamo arrivati a settembre e nessun protocollo è stato firmato in Prefettura; nessun esito concreto è ancora uscito dai tavoli con le associazioni e i partiti. Siamo entrati dentro un autunno che si annuncia sempre più caldo e il tempo è oramai scaduto. Ho chiesto  un incontro al prefetto per l'inizio della settimana prossima. Se questo non avrà un esito concreto, sarò costretto a prendere, alla fine, provvedimenti unilaterali nell'interesse dei cittadini e nella assoluta necessità di contemperare i due diritti costituzionali a manifestare e alla libertà di movimento nella città".
Già ad agosto, quando Alemanno fece questa proposta, un coro di proteste si sollevò, da parte di chi contestava al sindaco la volontà di creare un ostacolo che avrebbe creato difficoltà soprattutto ai piccoli e medi cortei, magari autoorganizzati

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©